Centro di iniziativa per l'Europa del Piemonte

Risultati Eurobarometro, buone notizie per l'Ue

Pubblicati lo scorso 25 luglio i risultati dell'ultimo sondaggio Eurobarometro, il primo dopo le elezioni del Parlamento europeo in maggio. Con qualche sorpresa e diverse buone notizie.

 

1. Numero record di cittadini che credono che la propria voce conti

Il numero di cittadini che ritengono che la propria voce conti nell'Ue è passato dal 29% nel novembre 2013 al 42% dopo le elezioni europee, raggiungendo il massimo livello da quando questa domanda è stata inserita nel sondaggio Eurobarometro standard dieci anni fa. Il 65% dei cittadini europei si sente inoltre cittadino Ue (contro il 59% dell'ultimo Eurobarometro).

 

2. Cresce l'ottimismo sulla situazione economica e sul futuro dell'Ue

Per la prima volta dall'inizio della crisi finanziaria sette anni fa, la maggioranza degli europei ritiene che la situazione economica migliorerà nei prossimi 12 mesie quasi tre persone su quattro non prevedono un andamento negativo. E per la prima volta da anni la percentuale degli europei che ritengono che l'impatto della crisi sul mercato del lavoro abbia raggiunto il suo apice è superiore a quella di coloro che pensano che il peggio debba ancora venire.

Il sostegno all'euro è in aumento e mentre la Lituania si prepara ad adottare la moneta unica europea, si rileva un aumento del 10% del numero di cittadini lituani che si dichiarano a favore dell'euro. Tendenze simili in tutta l'Unione: +10% anche a Cipro; +5% in Portogallo e in Grecia.

Infine i cittadini sono più ottimisti sul futuro dell'Ue. Dallo scorso novembre si è registrato un incremento di cinque punti percentuali del numero delle persone che si dichiarano ottimiste e un uguale calo del numero di coloro che si dichiarano pessimisti. Adesso più della metà delle persone hanno una visione ottimistica, mentre solo due su cinque non condividono interamente tale opinione.

Leggi l'intero comunicato a questo indirizzo.

L'intero report dell'Eurobarometro è scaricabile cliccando qui.

 

Harmonized EU legislation necessary against #foodwaste

Pubblichiamo la versione in inglese dell'intervista a Yves Somville, dirigente del Comitato Economico e Sociale Europeo, a proposito del tema dello #spreco #alimentare (#foodwaste in inglese).

La versione originale è apparsa sul blog di Idea Solidale.

1.3 billion tonnes of edible products are wasted every year. Food wastage's carbon footprint is estimated at 3.3 billion tonnes of CO2; the total volume of water used each year to produce food that is lost or wasted is equivalent to the annual flow of Russia's Volga River, or three times the volume of Lake Geneva. Similarly, 1.4 billion hectares of land –around 30% of the world's agricultural area - is used annually to produce food that is lost or wasted. In the meanwhile, in the EU alone 79 million citizens live below the poverty line and 16 million people depend on food charities and banks.

Read the rest of the article Harmonized EU legislation necessary against #foodwaste

 

Foto







 

Bandi

I bandi europei sul portale

EUROPA FACILE 

LUGLIO 2014
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31